IDEA FOTOGRAFICA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospite Ciappi

Da leggere > Articoli
 


Serata al club con Carlo Ciappi
di Nicola Picchione

Il Consiglio Direttivo aveva programmato una serata dedicata al Portfolio e al miniracconto. Arbitro e giudice degli elaborati ma soprattutto autorevole commentatore  e chiosatore, Carlo Ciappi ci ha dato i suoi preziosi suggerimenti.
Portfolio è termine alquanto ambiguo o polivalente. Miniracconto è più restrittivo: esige  una trama da dipanare con le immagini. Deve avere una sua grammatica e una sua sintassi, uno svolgimento logico con un inizio, un percorso, un finale. Come nei racconti scritti, dovrebbe evitare immagini pleonastiche, mirare alla chiarezza e alla essenzialità, legando le immagini in modo che ognuna prepari lo sguardo alla successiva. Questo ci ha illustrato Carlo con la sua consueta competenza e signorilità.
Carlo è non solo esperto in fotografia, è anche un raffinato oratore e un amante dell'arte in generale (l'arte è il linguaggio dell'anima e le sue varie forme sono tutte espressione della stessa esigenza); è anche un signore che usa il fioretto nel commentare e criticare. Ha evidenziato quelli che riteneva errori, suggerito miglioramenti. I suoi interventi sono stati preziosi.
Ho particolarmente gradito il riferimento ad alcuni concetti che da tempo vado ripetendo: che  la fotografia ha sempre tre protagonisti: l'autore, l'immagine, l'osservatore il quale non è mai passivo ma recepisce il messaggio (mentale e sentimentale, non soltanto visivo) secondo la sua personalità, la sua cultura- che non è soltanto quella scolastica- e la sua preparazione ed esperienza nel leggere il linguaggio fotografico. Un' altra considerazione importante di Carlo ha riguardato la gestazione  del racconto. Come accade in altri campi- ad es. nella ricerca medica- il metodo retrospettivo mostra vari limiti, ben evidenti in alcuni dei miniracconti presentati: è sempre preferibile il metodo prospettico che esclude di pescare in un materiale già disponibile ma                 esige di partire da un progetto che permetta di individuare gli elementi costitutivi del portfolio narrativo.
L' esperienza del portfolio e del miniracconto dovrebbe essere continuata perché apre la mente evitando di isolarla in immagini singole, ognuna indipendente dall'altra. Una sorta di coralità come accade nel parlare e nello scrivere con parole o nella musica.
Quasi nessuno dei "compiti" presentati era esente da critiche ma, lo sappiamo bene, si impara soprattutto dagli errori. A patto che a rilevarli sia una personalità  esperta, sensibile, capace anche di esprimere adeguatamente e con garbo le sue critiche

Il nostro club da tempo ha intrapreso il cammino di un discorso di approfondimento della fotografia, spesso con iniziative dall' interno (i promotori della fotografia artistica, le serate di discussione di lavori di maestri della fotografia classica e moderna ecc..). E' importante l'apporto di personalità anche esterne e la scelta di invitare Carlo Ciappi è stata una felice idea del presidente.
C' è da augurarsi che anche in altre occasioni Carlo  possa trovare tra i suoi molteplici impegni il tempo di tornare da noi.

02/04/2014




Torna ai contenuti | Torna al menu